Scrambled eggs – cronache bahrensi

Non potendo esimermi dal ricordare una nota abitudine in uso tra padrini nel profondo sud italiano mi viene da pensare che il bacio malese di Todt a Massa non fosse un semplice gesto di affetto, almeno visti i risultati. Il piccolo Filippo non commette errori a fa esattamente quello che deve fare, ovvero vincere un gp gestito in modo autorevole fin dal primo venerdì. Insomma, per dirla alla Mazzoni, una gara alla Michael Schumacher. Le briciole vengono lasciate all’uomo dalle palle nere (accezione aggiunta alle già conosciute: “quello ha due palle così”, “quello ha le palle quadrate” e ” quello ha due meloni al posto delle palle”). Per il resto il Gp ha mostrato qualche episodio gradevole e coreografico, in primis la colorazione delle vie di fuga in tinta con la sabbia desertica; effetto che non si è compreso se essere stato dettato dai “verdi” locali per rispettare l’ambiente o una semplice scelta estetica per i 4 coglioni che hanno esclamato: “guarda!! Una F1 sulle dune!!” D’altra parte questa terra è ricca di tradizioni e di credenze popolari, come l’essere stata il giardino dell’eden. Se per aver mangiato una mela Adamo è stato privato del giardino, chissà che cazzo devono aver fatto questi per essere stati desertificati dal padreterno ed essere fatti diventare mussulmani per brindare con uno sciroppo di rosa arricchito di CO2. Ad ogni modo diversi sono stati li spunti di riflessione emersi da questo GP. Per esempio:

chi glielo fa fare ai genitori dei piloti di F1 di farsi un culo quadro per farli correre e poi stare ai box in “apprensione” ad ogni gara?

la F1 è davvero una terra di Vatussi o è Stella Bruno ad essere alta un metro e venti?

se il pizzetto bianco di Coulthard lo distingue per anzianità dai suoi colleghi, le cazzate di Mazzoni e Giovannelli per cosa li distinguono?

il piccolo pilota tedesco dalla camminata alla Charlot per un tendine maciullato,  regolarmente preso per il culo dai colleghi per la sua curiosa andatura e  ora barbuto per una questione di personalità , riuscirà a mai a  prendere a calci colui che ci ha svelato i più segreti particolari della sua anatomia?

mai un pilota al debutto in F1 era salito per tre volte consecutive sul podio, ma di queste: mai un pilota di colore era arrivato terzo in Australia, mai un pilota di colore era arrivato secondo in Malesia, mai un pilota di colore era arrivato secondo in Bahrain, mai un pilota di colore si era tenuto dietro il compagno di squadra, mail un pilota di colore aveva contribuito a far esultare i milanisti per un podio di F1, ecc. ecc.

Delusione invece per il perfetto spagnolo che stavolta le busca anche da una BMW. Da uno stralcio delle conversazioni via radio tra il sottoscritto ed il mio socio del totoF1 intorno al 15° giro: (Alonso pare anticiparela frenata e KR allarga per non colpirlo)

Redbird: o è in difficoltà o e un bastardo

Paolo: magari è un bastardo in difficoltà!

🙂

alla prossima

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...