Jorge Lorenzo e Felipe Massa: il carisma non si compra

Vorrei spendere due parole per due casi umani veramente disperati: Jorge Lorenzo e Felipe Massa.
Qual è il problema di questi due baldi giovani? Vincono ma non convincono, anzi, per dirla fuori dai denti, non li caga nessuno.

I due, da qualche tempo a questa parte hanno assunto un atteggiamento patetico volto ad attirare un po’ di attenzione su di sè: fanno i duri, ma duri duri eh!
Avete mai visto il sito ufficiale di Lorenzo?
E’ di una pacchianeria unica, di quelle che nemmeno uno strafatto di crack potrebbe inventarsi. Nella pagina iniziale c’è un mappamondo in cui sono segnalate le terre “conquistate” dal prode Jorge, ma una volta entrati lo spettacolo è ben più raccapricciante: una foto di Lorenzo, con tuta aperta e unto come una modella porno, incatenato, che urla:

Lo sfondo della foto è buio, per cui non si riesce a capire se da dietro qualcuno lo stia inchiappettando, dacchè l’urlo pienamente giustificato, ma altrimenti non mi spiego ‘sta foto di un cattivo gusto rivoltante, soprattutto per un sito ufficiale, fosse un fan club di omosessuali capirei, ma è il sito ufficiale…

Perlomeno Massa, più morigerato e consono allo stile della Formula 1, si limita a correre con una tuta colorata come la bandiera del Brasile e fare a pugni con l’atmosfera che lo circonda ogni qualvolta vince, anche se lo ha fatto passeggiando.

Questi due però hanno una caratteristica che li accomuna e che li fa prendere poco sul serio: la faccia da bambini (qualcuno direbbe “da c..o”, ad esempio guardando questa foto  ma sarebbe veramente scorrettissimo), per cui devono rassegnarsi che nessuno li considererà più del dovuto, o perlomeno non li considererà dei duri.
Sarebbe meglio cambiare atteggiamento.

Valentino Rossi, ad esempio, la faccia da duro non ce l’ha ed ha trovato una soluzione alternativa: fare il simpatico, e visto che non si prende troppo sul serio è molto più coerente ed accettabile dei due celoduristi protagonisti di questo articolo.

Lorenzo e Massa in questo momento incarnano il tipico borazzo sbruffone che per farsi notare nel quartiere gira con la macchina truccata, stereo a palla, vestito come Costantino. O meglio, come Andrea Roncato in “Acapulco, prima spiaggia a sinistra”: con un bel batuffolo di stoffa nel costume da bagno per far credere di avere chissà quali attributi…

Advertisements

11 pensieri su “Jorge Lorenzo e Felipe Massa: il carisma non si compra

  1. Sono troppo fighi, scusate, ma è meglio il trash di Jorge del ministero che è il sito di Biaggi (una rottura di coglioni assoluta, non c’è nulla su Vale né una bambolina voodoo a forma di moto HRC!!!), oppure del piattume del sito ufficiale Motograndprix.com.
    Solo per questo varrebbe la pena che Lorenzo vincesse, anche una sola volta, in MotoGP. Dove c’è già Hopper che è andato di brutto (aspetto solo che si rompa un’altra volta il motore della Suzu, stavolta ci piscia sopra), e poi è arrivata quella faccia da ergastolano giovane di West che ieri ha fatto un cross con sponda che da solo vale il GP, dal figurone alla figura di … melma in pochi giri, da boro che cavalca a pelo, impagabile.
    E Felipe, il figlio adottivo del clan di Alvaro Vitali? Bisogna che gli addetti all’immagine (che in Ferrari devono essere almeno duecento) si diano da fare per fargli conoscere una bella pornostar con tanto di gossip sui giornali del settore, una che lo convinca ad avere un’immagine pubblica più vistosa, ed allora anche in F1 avremo un vero personaggio completo (fra tutti questi bravi pallosissimi ragazzi plastificati dalle interviste iperscontate), e se non vince le gare, chi se ne frega, mica si può avere sempre tutto.

    Rispondi
  2. LOL 😀
    Ieri su West ho pensato la stessa cosa.
    All’inizio: “pero’ sto qua, esordisce sotto l’acqua alla grande”
    poi:”che figura di merda…poteva andare solo un po’ più tranquillo e magari restava con i primi, almeno quelli che poi hanno rallentato”.
    Non a caso è stato selezionato per il Testicolo d’Oro della domenica…

    Rispondi
  3. altra chicca che si aggiunge alle “sboronate” di Felipe; Studio Sport delle 13, oggi: “da piccolo avevo un kart, ed era di colore rosso, un segno del destino, sentivo che sarei diventato un pilota della Ferrari”.
    Traduzione: il mio kart era rosso, quando in genere i bambini se hanno un triciclo, una macchinina a pedali o un kart, è tanto se ce l’hanno verde pisello o grigio scuro metallizzato. Nessuno che sia appassionato di motori sogna la Ferrari. Io invece sarei ancora qui a sognarmela se non mi fossi fatto amico quell’adone di Nicolas, che non avrebbe mai cuccato in vita sua se la mia ragazza non avesse portato delle amiche. Sarei stato comunque al volante di una rossa, massimo arancione (Spyker o Super Aguri) almeno fino alla mia ennesima cappellata (chiedete a Sauber).

    Rispondi
  4. Mamma mia che “sboronata cosmica”: anch’io da piccolo avevo un’automobilina a pedali, tra l’altro era rossa e col numero 27, ma mica sono andato in F.1… 🙂
    Ho dato un’occhiata anche al sito di Lorenzo: è stato fatto da un certo Dani Palau, di Palma de Mallorca come Jorge, che sul sito http://www.infobalear.com/actualidad/detallenoticia.cgi?codigo=20178&tipo=portal(in catalano-maiorchino, abbastanza facile) è soprannominato “El Uccio de Jorge”: credo sia questo il perché di Lorenzo incatenato… 😉

    Rispondi
  5. Il sito maiorchino è sublime, non ho però trovato i due cojones dell’equipo de Jorge che interpretano “las pelotas de Rossi”, quelle che Valentino si tocca sempre prima di uscire dai box.
    A questo punto chi se ne frega delle classifiche numeriche, i punti fatti nelle gare? Bisogna ssolutamente stilare una classifica di promossi e bocciati, accomunando le tre categorie più televisive del momento (sante immagini, che dicono sempre la verità a dispetto dei comunicati ufficiali).
    Fra i promossi, oltre ai due bori di questo post, ci metterei:
    – Jacques Villeneuve, vero personaggio (la pippa quale training autogeno prima delle gare, una collezione di gnocche fra cui Nathalie Imbruglia, la tuta due taglie più grande (per avere le mani più libere?), la carriera musicale non decollata per il sabotaggio dell’ambiente della F1 (parole sue!);
    – David Coulthard (gnocca a volontà, pilota in ascesa alla guida dei cessi e in discesa alla guida dei missili);
    – Rubens Barrichello (insostituibile: o seconda guida in un team vincente, o prima guida in un team che si trasforma da mediocre a nullo);
    – Chris Vermeulen (quel cappellino dai tempi della Supersport, come c…. fa a piacergli?);
    – Giò Bussei (immagine più ricorrente quando si rialza dopo la solita caduta, con la tuta a frange stile Sioux impolverata e la barba rossa che spunta dal casco, più suo articolo su Rolling Stone in cui racconta che era così stanco che non si è cuccato due stratope americane che gliel’avevano offerta su un piatto d’argento);
    – Josè Luis Cardoso (lunghissima carriera discendente, ma faccia sempre giovane e stragnocca al fianco che, se porta le amiche, il team è risarcito dell’abbonamento all’ultima fila in griglia).
    Per ora mi fermo qui, urgono contributi (qualcuno cominci con i bocciati, quelli troppo normali e pulitini).

    Rispondi
  6. Jorge Lorenzo la nuova icona trash? ma per cortesia, è un ragazzo che per quanto riguarda il fisico se lo pò assolutamente permettere.
    Non è poi per criticare ma trovo assolutamnete volgare e fuori luogo il commento sul fatto che qualcuno da dietro lo stia “inchiappettando”. è un ragazzo che ha talento, è un bravo pilota e non credo sia giusto guardere solo l’aspetto fisico del ragazzo piuttosto che del suo sito, sulla moto ci sale lui, non le foto che sono sul sito nemmeno Dani Palau, per la carrirera che ha deciso di intraprendere è solo questo che conta, chi sale e ci mette l’anima per affermarsi.

    Rispondi
  7. Emily, benvenuta su Passione Motori, qui il politically correct NON è di casa.
    Seguiamo il mondo delle corse da una vita e sappiamo dov’è il confine tra sport ed operazione di marketing…

    Rispondi
  8. Pingback: Brno 2007 dal vivo « Passione Motori

  9. ti faccio presente che jorge lorenzo e’ stato campione del motogp in 250 ed e’ il meglio pilota che ci sia e il campionato del 2009 lo vincera’ lui senza alcun dubbio e il suo sito e’ magnifico

    Rispondi
  10. Ora, secondo me è questo sito ke andrebbe chiuso.. pare che sia stato fatto solo x diffamare grande sportivi.. ora, vorrei vedere ki ha scritto questo articolo guidare una moto come lorenzo o un’auto come massa.. quando avrai vinto dei campionati mondiali come loro, allora potrai permetterti commenti!! è 100000 volte meglio il sito di lorenzo di questo, e soprattutto, come diceva emily, lui quelle foto può permettersele!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...