Quanto vale un pilota in Formula 1?

Ci si è sempre chiesti quanto valga un pilota in rapporto alle prestazioni: 50 e 50 con la macchina? 80 la macchina e 20 il pilota? Facciamocelo dire da un addetto ai lavori, questo e molto altro da uno che la Formula 1 la conosce bene, Flavio Briatore.

Quelli che seguono sono degli estratti dall’intervista apparsa su SportAutoMoto n.31.

Interrogato su quanto conti non avere più Alonso in squadra, Briatore dice testualmente “Poco. Anche se metto Alonso su questa macchina, non cambio la realtà. Diamogli un decimo e mezzo di vantaggio pilota: ne paghiamo tre alla Bmw. Non Cambierebbe la musica”.
Sì, avete letto bene, non è un errore, un decimo e mezzo, non il proverbiale “secondo nel piede” che si attribuiva ai campioni più titolati, ultimo dei quali Schumacher, un misero decimo e mezzo.
Facciamo un due conti, ma a spanne perchè non voglio tediare nessuno. Mettiamo che un giro medio di pista sia un minuto e mezzo, il decimo e mezzo Briatoriano si traduce in un vantaggio dello 0.16% del tempo sul giro…
Altro esempio: al ritmo di un decimo e mezzo al giro, in ben dieci giri un bicampione del mondo guadagna su una pippa qualunque un secondo e mezzo, tre secondi in venti giri. Sempre pochini secondo me, una ruota che non si avvita ad un pit stop, un treno di gomme fallato, un doppiato che non si sposta ed il vantaggio del campione va a farsi fottere.
Lascio ad altri il compito di calcolare quanto venga pagato in termini monetari quel decimo e mezzo, perchè a me viene il voltastomaco, ora però mi risulta più chiaro di come molte mezze seghe in Formula 1 riescano a prosperare e ad essere venduti come campioni, la differenza è praticamente nulla, una vendemmia di botte di culo (gomme, vettura, motore, casini degli avversari) e si vince un mondiale.

Altra chicca dell’intervista, che in sostanza conferma quello che i complottisti (compreso il sottoscritto) affermavano durante la stagione 2006: “Lo scorso anno nell’aria c’era la tendenza che si sarebbe trattato dell’ultimo anno di Schumi: quindi bisognava fare in modo che vincesse lui. Sicuramente tanti avevano scommesso sul successo di Michael. Di colpo si è capito anche che avrebbe meritato qualche aiutino e quando hanno potuto glielo hanno dato. Vedi Monza con la penalizzazione di Alonso o il divieto del mass damper, ma ci sono altri casi”. Beh, se non lo querelano per questo, vuol dire che un po’ di verità sotto sotto c’è. Piuttosto viene da stupirsi sul fatto che l’intervistatore (Paolo Bombara) non sia andato per niente a fondo su questa affermazione e sia passato tranquillamente ad altro, almeno secondo quanto si legge.

Briatore insiste poi sulle sue idee per rendere più spettacolare la Formula 1, tutte cose già sentite, è importante invece la riflessione che mette la pietra tombale sulla Formula 1 come sport. Alla domanda “La F.1 è sport o spettacolo?”, l’abbronzato risponde: “Tutti e due. Perchè in primo luogo il pilota che avrà conquistato più punti e risultati sarà quello che vince. Quello è sport. Quando si parla d’indotto televisivo allora parliamo di spettacolo. La F.1 è una scatola: dentro c’è emozione, spettacolo, tecnologia, pericolo, il fascino da ricchi e famosi. E’ uno spettacolo completo, globale. Non si può avere uno show monotematico. Anche perché bisogna smetterla di pensare che i telespettatori siano appassionati. Ci sono anche quelli, certo, ma accidenti svegliamoci e prendiamo in mano le cifre: in Spagna nessuna seguiva la F.1 ieri. Oggi ci sono nove milioni di telespettatori. Non saranno mica tutti ingegneri o praticanti?”.

Gli appassionati sono serviti, anzi fottuti.

Annunci

5 pensieri su “Quanto vale un pilota in Formula 1?

  1. “ora però mi risulta più chiaro di come molte mezze seghe in Formula 1 riescano a prosperare e ad essere venduti come campioni, la differenza è praticamente nulla, una vendemmia di botte di culo (gomme, vettura, motore, casini degli avversari) e si vince un mondiale.”

    E bona parlare di Massa!
    😆

    Rispondi
  2. Può darsi … 😀
    Ma era un assist a porta vuota!!!

    La cosa divertente è che quest’anno si riuscirà nell’impresa di far vincere Hamilton, primo pilota nero, primo pilota nero con un padre nero ecc. ecc. ecc., e dal prossimo anno eccoci di nuovo di fronte al più grande di tutti i tempi (+GTT ™).

    Mi pare di averla già sentita …

    Rispondi
  3. Ma guarda che questa F.1 conviene a molti…prendiamo il primo esempio che mi viene in mente: Massa.
    Oggi Todt potrebbe svenarsi per portarsi a casa un bicampione del mondo come Alonso ma, se l’equazione del decimo e mezzo è vera, chi cazzo glielo fa fare?
    Si tiene Massa, lo paga niente e se vince fa fare pure bella figura a suo figlio.
    E’ un po’ il meccanismo della TV “inventata” dalla de Filippi e Costanzo: prendi i primi che sono pronti a prostituirsi per la gloria e ne fai dei personaggi a suon di gossip, stronzate, paparazzi ecc.. Costo zero, audience altissima, popolo bue. 🙂

    Rispondi
  4. Massa è stato doppiato da Raikkonen e nel GpV ha beccato un secondo dal compagno. Hamilton ha sempre vinto tutto in tutte le categorie e sta facendo “fumare” un bi-campione del mondo mica da ridere come Alonso. Quest’anno stiamo vedendo una sfida a quattro come non se ne vedeva da (una ventina d’?) anni. Si stanno evidenziando i pregi e i difetti dei quattro pretendenti al titolo e dei rispettivi teams, con i nervi a fior di pelle. Penso sia un campionato interessante, e la classifica attuale ben rispecchia il lavoro che ognuno ha saputo portare avanti.
    IMHO Alonso o Hamilton con Briatore avrebbero fatto andare la Renault sia con la loro guida sia “motivando” il team psicologicamente e tecnicamente.
    Fisichella fa quel che può (molto poco) e Kova è un esordiente poco carismatico, il risultato è che la Renault, come team, è l’ombra di se stessa.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...