Finalmente un po’ di giustizia

Dopo il consiglio di Parigi di ieri, la FIA ha deciso di togliere tutti i punti del campionato costruttori 2007 al team McLaren e di punirli con una multa record di 100 milioni di dollari.

La decisione sarà appellata, ovviamente, ma perlomeno si è corretta la situazione di McLaren “colpevole ma non punita” del precedente WMSC.

Annunci

10 pensieri su “Finalmente un po’ di giustizia

  1. Ma si è poi saputo cosa c’era veramente scritto in queste cavolo di mail che si sarebbero scambiati i piloti Mclaren?
    Di tutto ciò che hanno scritto nei giorni scorsi i vari giornali io credo più o meno a un 20-30%….

    Rispondi
  2. Se tutto quello che c’è nella sentenza è vero, il fatto che la McLaren mantenga i punti per i piloti e possa continuare a correre in questa stagione tutto sommato è grasso che cola…

    Rispondi
  3. Pare che la sentenza non sarà appellata nè da destra (McLaren) nè da sinistra (Ferrari).

    Credo che ognuno sappia di aver ottenuto qualcosa che quest’anno, per diversi motivi, non gli spettava.

    Rispondi
  4. Non direi, nel senso che se è vero quello che hanno riportato nella sentenza (e non mi pare sia stato contestato quello), non avrei trovato strana una squalifica che comprendesse anche i piloti.
    E’ vero che la McLaren non ha una macchina copiata dalla Ferrari, ma è anche vero che sapere dettagli tecnici e soluzioni dell’avversario deve comportare un qualche vantaggio tecnico, altrimenti i progetti sarebbero “open source”…
    La differenza fra il primo ed il secondo giudizio è che sono emerse le prove del fatto che questi elementi non erano a conoscenza del solo Coughlan. Erano largamente noti all’interno della squadra.
    Se il primo giudizio aveva il problema di “colpevoli ma senza punizione”, questo ha il problema di “colpevole la squadra ma non i piloti che ne guidano la vettura, che ha usufruito di conoscenze ottenute in modo irregolare”.

    Rispondi
  5. Pingback: Quando la puzza della spy-story diventa insopportabile… « Passione Motori

  6. Piccola nota: se tutti i progetti fossero “open source”, allora, nel caso migliore, la qualità media delle vetture peggiorerebbe; nel caso peggiore, nessuno avrebbe interesse ad investire un euro in ricerca, e la F.1 conoscerebbe una stasi mortale…

    Rispondi
  7. Infatti i piloti sarebbero stati certamente penalizzati SE non gli fosse stata offerta loro l’immunità in cambio di collaborazione.

    Lo scambio di email tra FA e PDLR è la prova che serviva per dimostrare che non è vero che in McLaren sapessero della tresca solo in 3 e che nessuno ne aveva in alcun modo approfittato.

    Solo che era uno scambio di mail privato, probabilmente pure in posta interna e senza la consegna “spontanea” la FIA non avrebbe avuto nulla in mano, tranne una serie di sospetti.

    Sarebbe con ogni probabilità comunque caduto il fatto che “nessuno” sapeva, ma prove di utilizzo non ve ne sarebbero state.
    E quindi sarebbe con ogni probabilità finita con un multone e basta; sarebbe stato oltremodo difficile punire anche dal lato sportivo.

    Questa almeno è la visione logica.

    Se invece vogliamo divertirci a fare ipotesi su cosa ci fosse “nel vaso di Pandora” allora pensieri in libertà. 😉

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...