GP Australia 2008, la cronaca essenziale

Comincia male, per Kimi Räikkönen, l’avventura del Mondiale 2008: a pochi minuti dall’inizio della Q2, infatti, la sua Ferrari ha un problema con la pompa della benzina, ed il finlandese campione del mondo è costretto a fermarsi poco dopo l’ingresso della pit lane. 16° posto (poi 15°) per lui.

In Q1 c’era stato l’insabbiamento della Renault di Nelsinho Piquet, con il relativo 21° e penultimo posto.
Pole ottenuta nel finale da Lewis Hamilton (1’26″714) davanti al sorprendente Robert Kubica, con la BMW-Sauber (1’26″869) e terzo Kovalainen con l’altra McLaren (1’27″079). Quarto Massa (1’27″178) e quinto Heidfeld con l’altra BMW, a 58/1000 dal brasiliano della Ferrari.
Il resto del mondo è pazzescamente dietro, con il sesto posto di Trulli su Toyota a quasi 1″3 di distacco da Heidfeld. Poi la Williams di Rosberg, la Red Bull di Coulthard, Timo Glock (poi penalizzato di 10 posizioni: 5 per sostituzione del cambio, che da quest’anno deve durare 4 GP, e altre 5 per avere ostacolato Webber). Il tedesco della Toyota dovrà quindi partire 19°. Sale quindi di un posto Vettel su Toro Rosso.
Eliminati in Q2 Barrichello, Alonso (fermato nel suo giro veloce dalla bandiera rossa per l’incidente di Webber), Button, Nakajima e Webber, oltre a Kimi Räikkönen, per quanto già detto.
Fuori in Q1 Fisichella, Bourdais, Sutil, Sato, Piquetinho e Davidson.

La gara. Sutil cambia telaio e motore, e parte dai box. Le Ferrari subito con gomme morbide, Hamilton e Kubica hanno le dure. Alla partenza Massa sparisce dagli schermi: “pendolo” alla seconda curva, picchiata e musetto da cambiare. Ha agito da solo! Rischia pure il crash in uscita box con Nakajima.
Davidson, Vettel, Fisichella, Webber e Button K.O. per una serie di contatti.  Safety car (un giro) e Massa fa un giro e rabbocca. Mah!
Hamilton prende il largo, con una serie di giri veloci.  Nakajima passa Piquet, e anche la seconda Force India (Sutil) va K.O. dopo 10 giri. Nelle prime 8 posizioni troviamo Hamilton, Kubica, Kovalainen, Rosberg, Heidfeld, Trulli, Barrichello e Kimi Räikkönen, quest’ultimo a mezzo secondo dietro Barrichello. Nelle retrovie, Glock passa Sato.
I pit stop si succedono: Kubica, Hamilton, Trulli (gli esplode la batteria, esce dall’abitacolo e si ritira), Heidfeld e Kovalainen, nell’ordine.
Il regista si perde il sorpasso di Kimi Räikkönen ai danni di Rubens Barrichello. Dopo i pit stop, Kimi si trova in seconda posizione, ed ingaggia un duello col connazionale della McLaren Kovalainen.
Al venticinquesimo giro contatto tra Coulthard e Massa: lo scozzese semina detriti ovunque, prima di ritirarsi, ed è safety car. Räikkönen sta per effettuare la sosta, ma viene richiamato all’ultimo momento, e resta in pista.
In regime di safety car, Kubica, Glock ed Alonso si fermano ai box. La safety car rientra a metà gara, e Kimi tenta subito il sorpasso ai danni di Kovalainen. Ma le sue gomme sono quasi finite, e Kimi fa un “dritto”. Rientra ai box, dodicesimo e ultimo. Nello stesso giro, Felipe Massa rallenta e si ritira. Nonostante tutto, era a punti. Il suo connazionale Nelsinho Piquet e Sato-san lo imitano poco dopo.
Il duello da seguire è Kubica – Alonso, con lo spagnolo dietro che appare “impiccato”. Prima di loro, a far da “tappo”, c’è Sebastien Bourdais, che all’esordio in F.1 (con la Toro Rosso) si trova nei punti.
Kimi cerca di superare Glock, ma mette due ruote sull’erba, e si gira. Ha un gap di 5 secondi dall’ultima posizione.
Seconda sosta per Hamilton ed Heidfeld, ma le emozioni non sono finite: Glock decolla sull’erba, distrugge le sospensioni, fa un paio di 360º e si ritira. Safety car. Nello stesso giro Barrichello travolge un meccanico alla ripartenza dal suo pit stop. Ma la pit lane non è ancora aperta. 10″ di stop&go per lui. Kovalainen rientra, come pure Fernando Alonso. Kubica, prima della ripartenza, tampona Nakajima e si ritira. Kovalainen passa Räikkönen, ed Alonso passa entrambi.
A 8 giri al termine le posizioni a punti sono: Hamilton, Heidfeld, Rosberg, Bourdais, Alonso, Kovalainen, Räikkönen e Barrichello. Räikkönen è conciato male, la sua Ferrari rallenta pericolosamente. Sembra abbia uno scarico rotto. Si ritira anche Kimi, che nemmeno stavolta riesce a raggiungere la pit lane. A due giri dalla fine, anche il motore (Ferrari…) di Bourdais si rompe. Kovalainen supera Alonso a due giri dalla fine, ma Alonso approfitta di una perdita di potenza del motore McLaren del finlandese e lo ripassa in fondo al rettilineo.
L’ordine d’arrivo: vince Hamilton davanti ad Heidfeld. Terzo Rosberg. Quarto Alonso, poi Kovalainen, Barrichello, Nakajima e Bourdais (da ritirato!) a punti. Nono Räikkönen, comunque classificato a 5 giri.
Barrichello verrà poi squalificato per essere uscito con il semaforo rosso dopo aver scontato la penalità, quindi Räikkönen sale in ottava posizione, un punto per lui.

Classifica piloti con Hamilton a 10 punti, Heidfeld 8, Rosberg 6. Alonso 5, Kovalainen 4, Nakajima 3, Bourdais 2 e Räikkönen 1.

Classifica costruttori con McLaren a 14 punti, Williams 9, BMW-Sauber 8, Renault 5, Toro Rosso 2, Ferrari 1.

Prossima gara fra soli 7 giorni, a Sepang, in Malesia.

Annunci

3 pensieri su “GP Australia 2008, la cronaca essenziale

  1. Per quanto riguarda la doppia sosta iniziale di Massa, mi viene da pensare che la pitlane fosse ancora chiusa, quindi non fosse possibile operare rifornimenti e cambi gomme, ma solo le riparazioni essenziali (cambio musetto rotto). Hanno voluto comunque cambiare la strategia, e questo ha portato alla sosta anche al giro successivo:

    “40.6 From the time at which the “SAFETY CAR DEPLOYED” message is displayed no car may enter the pit lane for the purpose of refuelling until all cars on the track have formed up in a line behind the safety car and the message “PIT LANE OPEN” is shown on the timing monitors.”

    Quello che è vietato è entrare ai box per rifornire. Altri interventi sono apparentemente possibili.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...