Quanto durerà ?

Nel momento in cui scrivo, ci sono già quattro posizioni di condanna della situazione scaturita dallo “scandalo” Mosley: BMW e Mercedes (unitamente), seguite da Honda e Toyota, hanno espresso chiaramente la necessità di chiarire in fretta la situazione e (in sostanza) di cambiare il presidente della FIA. In effetti la situazione al momento è piuttosto critica per Max, a cui hanno consigliato di non presentarsi in Bahrain, ufficialmente per non “rubare la scena” alla gara con questioni extrasportive, ma più probabilmente perché nessuno in questo momento vuole farsi vedere nemmeno a confabulare con lui…

A questo punto credo che non sia nemmeno in discussione il futuro di Mosley, bensì quanto tempo ci vorrà perché la FIA abbia di nuovo alla sua guida un presidente “adeguato” alla carica.

Annunci

9 pensieri su “Quanto durerà ?

  1. E’ proprio questo il punto: adesso si tratta di immagine, di soldi, di copertura mediatica. Nessuno ha voglia di rimetterceli per i divertimenti di Max. Finché pasticcia con i regolamenti sportivi facendo mugugnare quattro appassionati che comunque alla fine le guardano lo stesso, tutto bene, ma nel momento in cui per il grande pubblico passa sui media l’associazione fra F.1 e festini di Mosley, la cosa si fa più grave e meno sostenibile, per i costruttori. Il fatto che si siano esposti in modo piuttosto chiaro IMHO fa capire che aria tira.

    Rispondi
  2. Il problema è che il regolamento FIA non prevede la destituzione del presidente…. e Max non sembra proprio aver intenzione di dimettersi.

    Rispondi
  3. Si sono espressi contro l’ADAC tedesco, la federazione olandese, quella USA.
    Mosley continua imperterrito.
    Temo che si voglia far depositare la polvere… io non ho sentito (ma ho molto dormito) nulla nel weekend nei commenti su Sky che parlasse della vicenda.

    Rispondi
  4. Il fatto che la motivazione ufficiale per cui Mosley non era in Bahrain era che si voleva evitare che la corsa fosse “oscurata” da altre vicende, spiega forse perché i giornalisti in genere ne hanno parlato tutto sommato poco. Probabilmente sono stati cortesemente invitati ad occuparsi di quanto avveniva in pista, lasciando per altre sedi il commento alle “imprese” di Mosley.

    Quanto al fatto che il presidente non si possa destituire, forse è vero, non ho presente i regolamenti. E’ quindi possibile che Mosley tenti di restare in sella nonostante tutto, ma non credo che l’opposizione dei club di maggior peso al mondo lo rendano un governante particolarmente credibile. Una sorta di mancanza di autorità del governo dell’automobile credo porterebbe via via tutti i club automobilistici, i partner tecnici e i costruttori che alimentano i vari campionati a prendere posizione contro Mosley. E sono pronto a scommettere che, nel momento in cui saranno i soldi ad essere minacciati, si troverà il modo di far dimettere Mosley, magari con una pensione “dorata” foraggiata da Ecclestone per toglierselo dai piedi.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...