Pista da test, pista da noia ?

Manca ancora un bel po’ di tempo al Gran Premio di Spagna di Formula 1, ma preferisco smaltire velocemente la poco esaltante pratica della “preview” di una gara quasi sempre mortalmente noiosa…

Partiamo dalla pista: in se non è particolarmente brutta o insignificante. Però fa parte delle piste concepite a fine anni ’80, inizio anni ’90, e quindi del tutto inadeguate alle esigenze delle vetture attuali. Negli anni ’80 si era infatti chiusa l’epoca del Gran Premio corso sul circuito di Jarama (anche quello stretto e tortuoso, oggi sarebbe improponibile) e si era appena aperta quella del circuito di Jerez, che ospitava la gara a partire dal 1986. La città di Barcellona stava però vivendo un progresso molto evidente, a livello europeo, e sarebbe stata la sede delle Olimpiadi del 1992: quale migliore occasione per ampliare o costruire ex-novo strutture sportive, anche se non legate ai Giochi ? Nasce quindi il Circuit de Catalunya, impianto all’avanguardia per l’epoca. La costruzione proseguì dal 1989 al 1991, sotto la spinta degli organi motoristici spagnoli e degli enti locali della regione catalana.

Il tracciato appare subito come molto variegato, misto veloce, con curve che spaziano dai rampini da prima marcia ai curvoni in appoggio da 4.-5. marcia. Sono presenti anche S veloci ed un lungo rettilineo di partenza (il più lungo del mondiale fino all’arrivo del circuito del Fuji). Questa conformazione, unita alle favorevoli condizioni del tempo, rendono l’impianto uno dei preferiti da squadre e fornitori di pneumatici, per i collaudi invernali e lo sviluppo di vetture e materiali. Le sessioni di prove in passato hanno visto un affollamento di vetture in pista del tutto simile a quello dei giorni di gara. Principale problema legato a questa scelta è che i concorrenti conoscono ormai a memoria il tracciato e le sue caratteristiche, e quindi nei giorni di prove ufficiali girano il meno possibile (anche per risparmiare gomme e meccanica) e i valori in campo sono piuttosto definiti.

Il tracciato è rimasto quasi immutato nel corso degli anni. Le uniche modifiche sono state apportate sono state:

  • la curva Nissan è stata ritenuta troppo pericolosa dopo i tragici incidenti dell’inizio del 1994: quindi per l’edizione 1994 la S è stata preceduta da una chicane provvisora di gomme, e dall’anno successivo il tratto è stato reso del tutto rettilineo dalla curva precedente alla successiva;
  • sempre per motivi di sicurezza è riprofilata nel 2001 la curva che immette sul rettilineo di partenza, per ridurne la velocità di percorrenza;
  • per aumentare le possibilità di sorpasso, la curva Caixa è stata modificata nel 2003: invece di una curva medio lenta, molto lunga, a circa 180 gradi, c’è ora un rampino molto stretto e lento e un raccordo per la successiva curva Banc Sabadell;
  • la curva finale rimaneva comunque critica per i sorpassi: le vetture non riuscivano a rimanere in scia e a sfruttare il rettifilo successivo per sorpassare. Per rimediare a questo problema, nell’inverno del 2006 una variante è stata inserita proprio prima della New Holland, anticipando e stringendo la precedente curva Europcar.

Da notare che le ultime due modifiche non sono utilizzate per le gare motociclistiche.

Ad un successivo post l’esaltante (?) storia delle gare corse sul circuito di Barcellona…

Annunci

6 pensieri su “Pista da test, pista da noia ?

  1. Dopo l’addio di Imola, credo che Barcellona sia rimasto il circuito più insulso tra quelli dell’attuale calendario di F1…

    Rispondi
  2. Imola almeno fino al 1994 aveva un tracciato decente, e soprattutto variazioni altimetriche che lo rendevano un po’ più interessante.

    Rispondi
  3. Beh, quelle del 1989 e del 1990 non sono state male, anche se la seconda più per le sportellate degli ultimi giri. In generale, comunque, è vero.

    Rispondi
  4. Dai, non dire così, pensa come si deve sentire Kovalainen che ha provato a movimentare un po’ la gara, se poi dici pure che ti sei annoiato…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...