ISPANICO, ISPANICO, ISPANICO

Scusate il ritardo.

Lo squadrone degli iberici avrebbero voluto copiare gli italiani che avevano monopolizzato il gran premio al Mugello; anche loro si erano presentati fortissimi e motivati convinti che le 3 piazzole alte dei podii rispettivamente 125, 250 e MotoGP dovessero essere loro appannaggio.
Ma non è iniziata assolutamente bene.

Nella 125 cc scatta in testa Mike Di Meglio, seguito da una schiera di spagnoli (Terol, Espargaro, Olive) insieme ai nostri connazionali Iannone e Corsi, al tedesco Bradl e al campione del mondo in carica Talmacsi. Il transalpino, dopo una buona sfuriata iniziale, viene ripreso dagli inseguitori. Mancano solo 3 giri al termine quando però Olive si esclude cadendo e a pochi km alla conclusione anche Terol, che si stava giocando la vittoria con Di Meglio, frana a terra, lasciando strada libera al francese; salva la faccia il secondo posto di Espargaro. Prima occasione buttata alle ortiche per l’invincible armada iberica.

Nel quarto di litro, altrettanto forte è la presenza al via della squadra spagnola; nomi da brivido: Bautista, Debon, Simon, Faubel e Barbera scaldano ben bene i motori e pretendono ciascuno la vittoria finale.
Ma anche questa volta il fio è ben diverso. Bautista domina, ma Marco Simoncelli non desiste e lo segue costantemente a ruota fino a un piccolo, forse impercettibile errore del battistrada, nel penultimo giro che permette al romagnolo di ritrovarsi in testa e di vincere la gara (l’arrivo del circuito di Montmelo è a meno della metà del rettilineo, a differenza della situazione del Mugello, dove le moto più veloci prevalgono grazie a un lunghissimo rettifilo prima della bandiera a scacchi).
Ancora una volta i tifosi spagnoli non riescono a sentire il proprio inno suonato. Vabbé Alvaro Bautista è secondo e Hector Barbera terzo.
Ma Marco ora è secondo in classifica – con quella moto spompata – a soli 3 punti da Mika Kallio.

Le aspettative sono riposte solo nella MotoGP, e nelle sole mani di Daniel Pedrosa che parte al 2° posto in griglia, dietro un felice Casey Stoner che ha staccato la pole position in 1.41.186 abbassando di 7 decimi il record della pista dello scorso anno appartenente a Rossi. Il povero Giorgio Lorenzo è caduto anche ieri in prova e ha dovuto dare forfait.
Potrebbe essere l’occasione buona, anche perché il leader del mondiale, Valentino Rossi, non è riuscito proprio a trovare il giusto setting in qualifica alla sua M1 e non è andato oltre il 9° posto in griglia.

Una fucilata Dani Pedrosa: ha scatenato l’inferno. Semafori spenti e lui parte come un matto; sembra che corresse da solo… o meglio come se a inseguirlo fossero una selva di mariti cornuti e incazzati.
Nulla possono dietro. Ci provano Dovizioso (grande gara), Stoner e infine Rossi, che comunque risale da dietro e con il 2° posto rimane saldamente in testa. E festeggia con la nuova livrea ‘Forza Azzurri’ della sua Yamaha.
I pochi decimi di distacco non traggano in inganno: alla fine Dani ha mollato parecchio il ritmo, ma aveva preso un vantaggio di diversi secondi.
Onore per Pedrosa e gioia per gli spagnoli. ISPANICO, ISPANICO, ISPANICO.
Che bel campionato combattuto: chi vincerà quest’anno credo che se lo ricorderà per anni.

Peccato per il grande Capirex che è caduto e ha riportato fratture che probabilmente non gli permetteranno di correre il prossimo GP in Inghilterra.

Risultato MotoGP:

1 Dani Pedrosa (SPA) Honda-Repsol   43.02.175
2 Valentino Rossi (ITA) Yamaha-FIAT   +2.806
3 Casey Stoner (AUS) Ducati-Marlboro   +3.343
4 Andrea Dovizioso (ITA) Honda-JiR Scot   +10.893
5 Colin Edwards (USA) Yamaha-Tech 3   +16.426
6 James Toseland (GBR) Yamaha-Tech 3   +21.482
7 Chris Vermuelen (AUS) Suzuki-Rizla   +21.548
8 Nicky Hayden (USA) Honda-Repsol   +22.280
9 Shinya Nakano (JAP) Honda-Gresini   +22.375
10 John Hopkins (USA) Kawasaki   +46.835

Classifica MotoGP:

 

1 Valentino Rossi (ITA)

Yamaha-FIAT

 142

2 Dani Pedrosa (SPA) Honda-Repsol

135

-7

3 Jorge Lorenzo (SPA) Yamaha-FIAT

94

-48

4 Casey Stoner (AUS) Ducati-Marlboro

92

-50

5 Colin Edwards (USA) Yamaha-Tech 3

69

-73

6 Andrea Dovizioso (ITA) Honda-JiR Scot

57

-85

7 James Toseland (GBR) Yamaha-Tech 3

53

-89

8 Loris Capirossi (ITA) Suzuki-Rizla

51

-91

9 Nicky Hayden (USA) Honda-Repsol

48

-94

10 Shynya Nakano (JAP) Honda-Gresini

42

-100

 

Risultato in classe 250cc:

1 M. Simocelli     (ITA)
2 A. Bautista        (SPA)
3 H. Barbera         (SPA)

Classifica classe 250cc:

1 M. Kallio               (FIN)

106

2 M. Simocelli     (ITA)

103

3 M. Pasini            (ITA)

98

4 A. Debon            (SPA)

92

 

Risultato in classe 125cc:

1 M. Di Meglio      (FRA)
2 P. Espargaro    (SPA)
3 G. Talmacsi (HUN)

Classifica classe 125cc:

1 M. Di Meglio      (FRA)

112

2 S. Corsi           (ITA)

98

3 S. Bradl             (GER)   

77

Annunci

2 pensieri su “ISPANICO, ISPANICO, ISPANICO

  1. Ciao…se vuoi possiamo scambiarci i link dei nostri blog..fammi sapere!!

    Marco

    P.S.: non hai un indirizzo mail dove contattarti??

    P.P.S: FORZA PEDROSA!!!!!!!!!!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...