Le prime proposte FOTA

Ecco quanto trapela dalle prime proposte della FOTA per migliorare lo spettacolo in Formula 1 e ridurre i costi:

  • un punto per il miglior tempo in Q2
  • motori per tre gare
  • riduzione dei test da 30.000 a 20.000 km ed una sola vettura per sessione di test
  • sessione di autografi dei piloti in pitlane al venerdì
  • studio televisivo dove far affluire piloti e team manager ritirati o esclusi dalle qualifiche
  • svelare il carico di benzina al pubblico
  • riduzione delle gare a 250 km o 90 minuti

Chiaramente i team sono concordi nell’effettuare ricerche di mercato per verificare se queste proposte sarebbero ben viste dal pubblico.

I team hanno deciso contro l’abolizione dei rifornimenti.

Annunci

8 pensieri su “Le prime proposte FOTA

  1. In pratica, bocciano a priori l’idea più sensata ? Tra parentesi, una formula “consumo”, per quanto in passato abbia creato polemiche, permetterebbe una identificazione più diretta con le tematiche ecologiche rispetto alle gomme con le strisce verdi…

    Rispondi
  2. Boh. A prima vista noto che ci sono mischiate cose che si possono fare in cinque minuti da domani (“svelare” la benzina al pubblico) con cose che toccano la tradizione della F1 (lunghezza delle gare e punti per le qualifiche). Il solito casotto, insomma.

    Rispondi
  3. Il fatto di rendere noto al pubblico il carico di benzina mi pare un po’ un assurdo: già dall’inizio della “formula rifornimenti”, si è detto (da parte di chi lo ha introdotto e sostenuto) che il massimo della “tensione” si otteneva dal fatto che il pubblico non sapesse la benzina a bordo e quindi ci fosse una continua incertezza sulla reale prestazione delle vetture.

    Se poi ci vogliono 14 anni ad accorgersi del fatto che così non è…

    Rispondi
  4. Ci sono alcune cose di buonsenso da fare subito (studio televisivo con i piloti, sembra una cazzata ma immaginate incidente al via di Massa ed Hamilton e loro due obbligati a stare 90 minuti sotto il fuoco di fila delle telecamere…
    IMHO devono fare girare 3 o anche più vetture al giovedì e venerdì. Anche sui 90 minuti niente di che, io Merlo e Varani i soliti precursori con le GP Series…
    Immagino già le tattiche estreme dei geni ferraristi: arruolare migliaia di comparse per chiedere l’autografo ai rivali e far loro venire la tendinite…

    Rispondi
  5. Anch’io concordo sullo studio “a caldo”, senza la presenza però di cani da guardia tipo Colajanni e con giornalisti che facciano domande impertinenti, al limite dell’offensivo.
    Magari è la volta buona che svegliamo questa generazione di mozzarelle…

    Rispondi
  6. Leggo adesso che Ecclestone ha proposto un sistema di cartellini tipo calcio per regolamentare le infrazioni in pista. Anzichè comminare immediatamente DT o altri tipo di penalizzazione, nei casi meno gravi si userebbe un’ammonizione, che però, cumulandosi, potrebbe portare al rosso, ossia all’esclusione dalla gara successiva. Detta così sembra una cazzata, ma ripensandoci meglio non è tutto da buttare in questa idea… innanzitutto eviterebbe le sanzioni immediate, e il giallo fungerebbe come sorta di warning per comportamenti un pò troppo sopra le righe. Il rosso andrebbe gestito un pò meglio perchè è da scordare l’idea di squalifiche ai piloti tipo quel che successe nel 1994, ma diciamo che queste sanzioni potrebbero essere tramutate in penalizzazioni in griglia. Certo, quello che fa la differenza non sono tanto le regole quanto come esse siano usate da chi gestisce il potere, però sull’idea di base ci si potrebbe lavorare sopra.

    Rispondi
  7. Tecnicamente c’era già, era la “squalifica con sospensione per n gare”: Hakkinen ne prese una al GP Gran Bretagna 1994, poi fu coinvolto, e responsabile secondo i giudici, di uno degli incidenti al via del successivo GP Germania, e gli toccò saltare il GP Ungheria, dove corse Alliot.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...