Ma lui aveva detto che…

Quando la comunicazione è in tempo reale può succedere che due enti, anzi tre, come FIA, FOTA e FOM, riescano a prendere delle decisioni e controdecisioni (=sputtanarsi a vicenda) anche in un solo pomeriggio.Poche ore fa la notizia delle lamentele FOTA circa la decisione sul cambio del sistema di assegnazione del titolo.
Ebbene, la FIA non ci ha pensato molto a tornare sui suoi passi, dando tutta la colpa ad Ecclestone: la decisione viene rimandata al 2010 perchè “la proposta della FOTA di cambio di punteggio era stata respinta dal WMSC, quindi la proposta del detentore dei diritti commerciali (Ecclestone ndr), al quale era stato detto che i team erano favorevoli, era stata approvata” 

Ma ve l’immaginate la riunione del WMSC?

Mosley: “La FOTA vuole il punteggio 12-9 ecc. che famo?”
Ecclestone: “la FOTA mi sta sul c???o, io voto contro e quindi non c’è l’unanimità. Però i team mi hanno detto che sono d’accordo sul mio sistema medagliesco, fidatevi, quindi adottiamo quello”.
Mosley: “OK, riunione conclusa, facciamo un festino, organizzo io…”

Advertisements

11 pensieri su “Ma lui aveva detto che…

  1. Mosley: “OK, riunione conclusa, facciamo un festino, organizzo io…”
    ahahah geniale 😀
    Comunque questo la dice lunga su cosa e chi (cosa, si cosa) gestisce la F1
    Come mi piacerebbe rivedere le corse ai tempi di gente come Senna e Prost, non solo per lo spettacoloso sbavoso spettacolare spettacolo (uh cavolo che ho detto) ma per tutto quello che c’era dietro. La miglior combinazione di vetture/regole/organizzazione mai vista nella più rinomata categoria dell’automobilismo mondiale.

    Rispondi
  2. In pratica, hanno bocciato la proposta FOTA, e poi hanno approvato una proposta di Ecclestone o meglio della FOM, che sosteneva avesse il sostegno (che non aveva) degli stessi membri FOTA ? E perché mai la FOTA doveva essere favorevole ad un sistema che contraddiceva quello che loro stessi avevano proposto ?

    Insomma, in tutta questa baracca, dopo un inverno discusso a trovare i metodi più ingegnosi per premiare di più i vincitori, alla fine siamo sempre a 10-8-… come prima… In effetti il sistema FOTA non era poi sbagliatissimo : si mantenevano i punti per i primi 8, aumentando quindi i team in grado di entrare in classifica, si aumentava il vantaggio di vincere delle gare, oggi quasi nullo, e si manteneva l’impostazione generale del campionato di Formula 1, dalla sua creazione, ossia di un campionato “a punti”.

    Rispondi
  3. Ma infatti premiare di più i vincitori è giusto, anche se io avrei dato ancora più importanza alla vittoria, magari con un 12-8, ma di sicuro non avrei adottato il sistema a medaglie, con il quale c’è il rischio che un mondiale si chiuda dopo 7-8 gare…

    Rispondi
  4. Infatti: quello che non capisco è come il WMSC abbia potuto “accettare” la proposta Ecclestone, o similare, pensando di avere il sostegno dei team, ai quali avevano appena bocciato una proposta di natura completamente opposta !

    Rispondi
  5. Guarda che secondo me la scenetta che ho raffigurato nell’articolo non è molto lontana dalla verità.
    La realtà è che FIA e FOM, dietro alle sigle, sono solo un gruppo di tre-quattro amici inglesi di vecchia data.
    Lavorando sulle biografie dei personaggi della F.1 scopri che Mosley era consulente FOCA (=Ecclestone) alla fine degli anni ’70 e che ha redatto la prima versione del patto della concordia; Whiting era un meccanico che preparava vetture a Brands Hatch, entra in F.1 e quando la Hesketh chiude Ecclestone lo recluta in Brabham. Dopo vent’anni diventa delegato tecnico FIA.
    Insomma, non c’è da stupirsi se tra di loro si fanno gli scherzetti…

    Rispondi
  6. Ci vorrebbe in effetti un bel “diluvio universale” che ripulisca un po’ questo gruppo “autoreferenziale”… ma credo che abbiano già predisposto anche la successione…

    Rispondi
  7. Non è che leggendo la biografia di Montezemolo (limitatamente alla parte automobilistica) si va molto lontano eh…
    La fregatura (dorata) di questo mondo è che hanno voluto mungere con la storia del pinnacle le vacche delle grandi case automobilistiche.
    E se ricordate… il primo atto di Mosley da presidente FIA su di dare un bel cut ai rally (territorio d’elezione delle case) rovinando perciò due sport…

    Rispondi
  8. Perchè, l’affossamento del DTM da parte di Ecclestone? A fine anni ’90 poteva diventare l’alternativa alla F.1 e invece fu stroncato.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...