La decisione sul diffusore e le sue conseguenze

Raikkonen non parla mai e mangia i mottarelli invece di accigliarsi dopo una sconfitta. Per questo agli italiani sta simpatico il calimero Massa, sempre molto accigliato e preso di sé. E per questo a me piace Raikkonen (oltre che per l’epica risposta di Brasile 2006).

Sta di fatto che però Raikkonen ha parlato sulla prossima sentenza del 14 a proposito del diffusore, dimostrando in questo modo di tenerci eccome al titolo mondiale. Il finnico sostiene che la decisione del 14 sarà decisiva per l’assegnazione del titolo.

Se parla lui, possiamo immaginare la pressione che la Ferrari sta operando al riguardo… e poiché non si è mai vista negli ultimi lustri una decisione che abbia tagliato fuori la Ferrari dal campionato (tragico errore delle gomme 2005 a parte) mi sento di poter prevedere che è in arrivo un pasticcio.

Non penso arriveranno a togliere i punti a Button, Barrichello ed ai Toyota ma probabilmente il diffusore sarà  vietato per il futuro…

Annunci

4 pensieri su “La decisione sul diffusore e le sue conseguenze

  1. Due considerazioni. Primo, cmq decidano, la vedo dura per la Ferrari, che è enormemente dietro anche alle scuderie “regolari”. Non so se se ne sono resi conto, ma sono allo stesso livello della derelitta Mclaren, quindi se la Ferrari pensa di avere speranze di titolo per quest’anno, tanto vale dare speranze pure alla Mcl.
    Seconda considerazione: tutto sommato non sarebbe uno scandalo se vietassero i diffusori. Sarebbe assurda una squalifica dei tre team col buco visto che finora li hanno considerato legali, e francamente non credo si possa arrivare a tanto, ma allo stesso tempo non sarebbe sbagliato fare un tabula rasa per il futuro su una soluzione che in effetti non è molto in linea col tanto declamato “spirito del regolamento”. Tutto sommato sarebbe anche una soluzione coraggiosa, perchè per la Federazione significherebbe ammetter “sì, abbiam fatto una cappella lasciando un buco enorme nel regolamento, siete stati bravi a sfruttarlo e vi siete divertiti per due gare, da adesso basta”. Tanto se anche regolarizzassero il tutto nel giro di 2-3 gare tutti i team danarosi si sarebbero rimessi in linea con B.-T.-W., e rimarrebbero indietro solo quei team, vedi Red Bull, per i quali sarebbe impossibile proporre la soluzione. Inoltre vista l’attuale superiorità Brawn non vedo male un loro lieve ridimensionamento (c’è il rischio che il duo Button-Barrichello si vinca tutti i gp da qui alla fine, naturalmente con Button a vincere i primi 12-13 e Barrichello i restanti una volta che il titolo fosse assegnato matematicamente); sono cmq convinto che resterebbero superiori al resto del plotone anche senza il diffusore incriminato.

    Rispondi
  2. Diffusori dichiarati legali.
    O si vuol fare del cinema con gli appelli (io non ci credo finché non vedo) oppure il vento è davvero cambiato.

    Rispondi
  3. Penso che in questo caso non convenga a nessuno: la Federazione ha un campionato che comunque si annuncia più cobmbattuto dei precedenti, soprattutto con qualche nome nuovo alla ribalta.

    Ai costruttori, nel loro complesso, non conviene spingere sulle tensioni interne al loro gruppo, perché darebbero sponda alla Federazione perché troppo deboli. In fin dei conti, se l’attuale situazione regolamentare permette un po’ più di spettacolo, oltre a convenire per quanto riguarda gli sponsor, spunta l’arma della Federazione di dover prendere misure “draconiane” per ravvivare lo spettacolo…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...