GP Malesia 2010, la cronaca essenziale (Qualifiche)

Se vi ricorderete bene, a Sepang, l’anno scorso, vi fu una gara interrotta dopo solo 31 giri. Quest’anno, addirittura le prove sono state interrotte (a 7’17” dalla fine della Q3), anche se con l’indicazione di pioggia intensa prevista a breve. Qui, mediamente, piove sempre tra le 16 e le 18 (ora locale): “bel momento per correre”, avran pensato in FIA… vero?
Infatti, giusto cinque minuti prima della Q1 inizia a piovere: tutti fuori, o quasi, a cercare di fare il tempo. Ma i “pesci grossi” se ne stanno placidi nel loro box: parte del tracciato è quasi asciutta, altre zone è già zuppa. Petrov, con un testacoda, sembra quasi “avvisare” McLaren e Ferrari: “Ragazzi, qui le condizioni sono serie. Venite anche voi!
Anche Buemi (che poi, nell’intervista, si definirà con un termine che, in genere, qualcuno riserva agli automobilisti…) fa la sua “escursioncina di prammatica”. Ma Schumi, quando esce, mette le gomme slick! Anche Rosberg lo segue nella sua impresa. L’idea, pensiamo di Ross Brawn, è folle, ma potrebbe dare qualche soddisfazione.
L’allarme, per McLaren e Ferrari, arriva da Button: al primo giro veloce è solo 12°. Il dramma continua con un testacoda di Hamilton, mentre Schumi, dopo aver messo le intermedie, fa il tredicesimo tempo. Schumi si qualificherà solo con le “full wet”. Button, dopo aver fatto il tempo, s’insabbia. E là rimane, fin quando non arriva una gru a risolvere la situazione: non vedremo Button prender parte alla Q2. Diciassettesimo tempo “d’ufficio” per il campione del mondo in carica.
La “furbata” l’hanno fatta le due Sauber: uscite subito, con le intermedie, hanno fatto un buon tempo, mettendo subito al sicuro il risultato. I vari testacoda di Hamilton ed Alonso nelle ultime, concitate, fasi della Q1, suggellano definitivamente la loro resa, per evidente difetto di neuroni.

I “terribili 7” fuori in Q1: la Lotus di Trulli, la Ferrari di Alonso, la McLaren di Lewis Hamilton, l’altra Ferrari di Felipe Massa (piuttosto inguardabile), le due HRT-Cosworth di Karun Chandhok e Bruno Senna, nonché il sostanzialmente non apparso (solo 4 giri) Lucas Di Grassi con la Virgin.

La pioggia sembra smettere, ed inizia la Q2. Un eliminato lo abbiamo già.
Un Vettel ed un Kubica in gran spolvero sotto queste condizioni “ibride”, padroneggiano la sessione. Schumacher decimo, Webber, ad un minuto dalla fine, era dodicesimo!

Fuori in Q2: Petrov con la Renault, De La Rosa con la Sauber-Ferrari, Buemi (l'”automobilista inc…”) ed Alguersuari con la Toro Rosso, Kovalainen con l’altra Lotus, poi Glock con la Virgin. Di Button abbiamo già parlato.

Una vera e propria alluvione accoglie i piloti all’inizio della Q3. Grazie, FIA!
Kubica fa subito il “tempone”, ma Michael Schumacher fa meglio di lui. Ma, a 7’17” dalla fine, bandiera rossa (nessun incidente, eccesso di acqua in pista).
Il ritardo, come per alcuni treni, diventa subito “indefinito”! Ma, dopo circa 10 minuti, si riprende. La lotta, dapprima, è fra “insospettabili”: Sutil e Hulkenberg, con il solito Kubica.
Ma Webber, che ha fatto la mossa coraggiosa delle intermedie, conquista la pole! Rosberg secondo. Alla fine, Webber gioca a “fare il Senna”, e si migliora di un secondo. Una pole strameritata.

Ecco i tempi dei 10 piloti dell’ultima sessione:

Pilota           Tempo
1.  Webber          1’49″327
2.  Rosberg        1’50″673
3.  Vettel             1’50″789
4.  Sutil                1’50″914
5.  Hulkenberg  1’51″001
6.  Kubica            1’51″051
7.  Barrichello   1’51″511
8.  Schumacher  1’51″717
9.  Kobayashi    1’51″767
10. Liuzzi            1’52″254

La gara si preannuncia interessante, con i ferraristi e i piloti McLaren-Mercedes che dovranno necessariamente fare gara d’attacco. Vedremo come se la caveranno col pieno di benzina e la pista (al 99%) bagnata.

A domani per la cronaca della gara!

Ci rileggiamo su queste pagine!

Annunci

Un pensiero su “GP Malesia 2010, la cronaca essenziale (Qualifiche)

  1. Pingback: GP Malesia 2010, la cronaca essenziale « Passione Motori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...