GP Germania 2010, la cronaca essenziale (Qualifiche)

Hockenheim, dopo due anni, ritorna a rappresentare la Germania (si alterna col Nürburgring) nel campionato mondiale di F.1 2010. Anche se, ripensando al tracciato negli anni ’90-2000, ci viene un momento il magone.Gommista “strabico”: oggi sono state portate le gomme dure e le super-soft (che saranno le “morbide” oggi). “Salto” di due mescole per ragioni di sicurezza dovute alla possibilità di eccessivo riscaldamento delle mescole.
Stavolta, il pay-driver Sakon Yamamoto sostituisce (si vocifera al prezzo di 5 milioni di dollari) Karun Chandhok sulla HRT-Cosworth.
La pioggia si è divertita a flagellare le prove libere, che hanno visto primeggiare anche Fernando Alonso.

A 14’30” esatti dalla fine della Q1 Vitantonio Liuzzi, dopo aver messo una ruota sull’erba (bagnata) dell’ultima curva, si gira e si “spalma” sul muretto dei box. Una ruota decolla e sfiora una Virgin che sopraggiungeva. Bandiera rossa, e corsa interrotta. Liuzzi fuori gara, e trasportato via per i necessari controlli sanitari. Guai su guai per la Force India, con Sutil che perderà comunque 5 posizioni per il cambio della trasmissione.
I piloti fuori in Q1: fuori, oltre alla Force India di Vitantonio Liuzzi, ventiduesimo, le due Lotus di Trulli (18°) e Kovalainen (19°), Timo Glock (20°) e Lucas Di Grassi (24°, senza tempi, e con un arretramento di 5 posizioni per i medesimi motivi di Sutil) con le due Virgin, e le due HRT-Cosworth di Bruno Senna (21°) e Sakon Yamamoto (23°). Non molti cambiamenti.

Non passano la Q2: Michael Schumacher su Mercedes (per soli 8/1000!), le due Sauber-Ferrari di Kamui Kobayashi (12°) e Pedro de la Rosa (15°), la Renault di Vitaly Petrov (13°), la Force India di Sutil (14°, ma diventerà 19° per la penalità), nonché le Toro Rosso di Alguersuari (16°) e Buemi (17°).

La lotta, in Q3, è tra Alonso (miglior tempo sia in Q1 che in Q2) e Vettel. Alonso, dopo il primo run, tiene dietro Vettel di soli 4/100, ed entrambi hanno fatto segnare tempi addirittura inferiori a quelli della Q2, e sotto il minuto e 14″.
Ai 2’30” dalla fine, l’ultimo showdown. Tutti con gomme morbide, Alonso ottimamente per ultimo, per poter controllare tutti gli altri tempi, ed avere la possibilità di avere la pista più gommata. Vettel artiglia la pole, con uno spettacolare 1’13″791. Alonso sopraggiunge, staccato di soli 2 millesimi! Lusinghiero anche il terzo tempo di Felipe Massa.
C’è materiale per vedere una bella battaglia in pista, domani!

Ecco i tempi dei 10 piloti dell’ultima sessione:

Pilota      Tempo
1.  Vettel      1:13.791
2.  Alonso     1:13.793
3.  Massa    1:14.290
4.  Webber     1:14.347
5.  Button     1:14.427
6.  Hamilton    1:14.566
7.  Kubica    1.15.079
8.  Barrichello 1:15.109
9.  Rosberg    1:15.179
10. Hulkenberg     1:15.339

A domani, con la cronaca della gara!
A rileggerci su queste pagine!

Advertisements

Un pensiero su “GP Germania 2010, la cronaca essenziale (Qualifiche)

  1. Pingback: GP Germania 2010, la cronaca essenziale « Passione Motori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...