GP Corea 2010, la cronaca essenziale (Qualifiche)

Sul nuovissimo (fresco di asfaltatura, dovremmo dire) ma sporco (o sporco perché nuovissimo?) tracciato di Yeongam abbiamo visto come può essere difficile imparare un nuovo tracciato quando il gommista ci va coi piedi di piombo.Infatti, il gommista ha portato le gomme a mescola dura e quelle a mescola morbida (“salto” di una sola mescola). E questo ha portato, oltre a molti fenomeni di graining, che i tempi delle prime libere del venerdì sono stati di circa 3 secondi più alti di quelli del giorno dopo: nelle prime libere infatti Hamilton ha primeggiato col tempo di 1’40″887, 81/1000 davanti a Kubica. Vettel quarto a circa mezzo secondo. Ferrari dodicesima e quindicesima con Massa e Alonso.
Le seconde libere hanno visto Webber riprendersi la leadership, col tempo più accettabile di 1’37″942, con soli 19 centesimi di vantaggio su Alonso. Poi Hamilton, Kubica, Button e Massa.
Le terze qualifiche (quelle del sabato mattina) hanno visto 5 piloti di 5 scuderie ai primi 5 posti: Kubica (1’37″354) ha preceduto, nell’ordine, Hamilton, Alonso, Webber e Rosberg. Tutti in 275/1000.
Si segnala che Vitaly Petrov dovrà arretrare di 5 posizioni per aver provocato l’incidente al via a Suzuka. Ci sono state delle migliorie al tracciato fatte “al volo”: modifiche ai cordoli delle curve 16 e 18, e rimodulazione del muretto alla curva 16.

In Q1, i soliti sbadigli, forse anche per via dell’orario. Testacoda di Glock, e Kubica che quasi si autoelimina uscendo solo a pochissimi minuti dalla fine.
Fuori in Q1: la Force India di Liuzzi (18°) è l'”eliminato eccellente” di oggi, che fa compagnia alle tre nuove scuderie: le Team Lotus di Trulli (19°) e Kovalainen (21°), le Virgin con Glock (20°) e Di Grassi (22°). Chiudono lo schieramento, al solito le due HRT-Cosworth di Yamamoto (23°) che per la prima volta nel 2010 supera Bruno Senna (24° ed ottimo ultimo).

Nella Q2 Massa prova per primo le gomme morbide (per quanto riguarda i top team). Escursioni fuori pista di Petrov, Webber ed Hulkenberg.
Eliminati in Q2: la Williams-Cosworth di Hulkenberg (11°) le due Sauber-Ferrari di Kamui Kobayashi (12°) e Nick Heidfeld (13°), l’altra Force India di Adrian Sutil (14°). Poi troviamo Vitaly Petrov, 15° con la sua Renault, che dovrà essere arretrato di 5 posizioni poi le due Toro Rosso di Alguersuari (16°) e Buemi (17°).

In Q3 Alonso cerca di forzare il ritmo, scendendo sotto l’1’36”, nonostante un passo falso di Button, che gli fa un’escursione davanti giusto nel suo miglior giro. Hamilton sbaglia l’entrata ai box e solleva un polverone. Vettel secondo dopo il primo run.
Massa e le due Mercedes fanno un solo run, in quanto hanno un solo set di gomme morbide. Le Red Bull-Renault hanno il tempo per fare un altro giro (transitano appena prima della bandiera a scacchi), e lì colgono il frutto del loro sforzo, con un’ottima prima fila.

Ecco i tempi dei 10 piloti dell’ultima sessione:

Pilota      Tempo
1.  Vettel      1:35.585
2.  Webber    1:35.659
3.  Alonso    1:35.766
4.  Hamilton     1:36.062
5.  Rosberg    1:36.535
6.  Massa    1:36.571
7.  Button     1:36.731
8.  Kubica    1:36.824
9.  Schumacher    1:36.950
10. Barrichello    1:36.998

A domani, con la cronaca della gara!
Ci si rilegge su queste pagine!

Annunci

Un pensiero su “GP Corea 2010, la cronaca essenziale (Qualifiche)

  1. Pingback: GP Corea 2010, la cronaca essenziale « Passione Motori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...