GP Brasile 2010, la cronaca essenziale (Qualifiche)

Sul circuito di Interlagos ci sono state delle sorprese a ripetizione, che potrebbero anche condizionare l’esito del Mondiale.
Anzitutto, il meteo: nelle libere del venerdì c’è stato un po’ di sole, e le Red Bull-Renault sono state le più veloci, in entrambe le sessioni con Vettel davanti a Webber.Le seconde libere hanno visto Alonso prendersi almeno la soddisfazione del terzo posto, dopo un cambio di motore (e dei guai alla frizione per Massa).
Nelle terze libere, invece, c’è stata un po’ di pioggia, che ha aiutato Robert Kubica a primeggiare, anche se si è visto che molte scuderie si sono “risparmiate” in ottica qualifica. Domani non dovrebbe piovere, ad ogni modo.
Sebastien Buemi e Adrian Sutil si porteranno dietro una penalità di 5 posizioni (a testa) per avere causato delle collisioni nel G.P. di Corea.

In Q1, tutti con le intermedie, a sollevare fontane d’acqua dalla pista. Una bella escursione di Liuzzi, ed Hamilton che, come al solito, quasi si distrugge le intermedie.
Eliminati in Q1: la Force India di Sutil (18°, ma da arretrare di 5 posizioni), le Virgin con Glock (19°) e Di Grassi (22°), le Team Lotus di Trulli (20°) e Kovalainen (21°). Chiudono lo schieramento, al solito le due HRT-Cosworth di Klien (23°, di nuovo al posto di Yamamoto) che è ancora davanti a Bruno Senna (24° ed ultimo, davanti al suo pubblico: povero Ayrton…).

Nella Q2, si riaprono gli ombrelli sulle tribune. Tutti quindi cominciano il loro giro allo spegnimento del semaforo. Button e Massa rischiano di non passare, ed alla fine è proprio il campione del mondo ad avere la peggio.
Non passano la Q2: la McLaren-Mercedes di Jenson Button (11°) le due Sauber-Ferrari di Kamui Kobayashi (12°) e Nick Heidfeld (16°), la Mercedes di Nico Rosberg (13°). Poi troviamo le due Toro Rosso di Alguersuari (14°) e Buemi (15°, ma da arretrare di 5 posizioni), e l’altra Force India di Vitantonio Liuzzi (17°).

Nella Q3 Alonso cerca (come al solito) di forzare il ritmo, anche se, questa volta, fa un po’ da apripista, di fatto “pulendo” la pista per gli altri. Schumi, infatti, se la prende comoda.
I tempi precipitano. Kubica fa un’escursione e rovina il suo giro. Alonso fa un buon giro, ma Hulkenberg è più veloce, con le gomme supermorbide. Dopo la bandiera a scacchi, Hamilton, Vettel ed Hulkenberg si migliorano, e la Williams-Cosworth ottiene la sua prima pole del 2010! Prima fila tutta tedesca, domani!

Ecco i tempi dei 10 piloti dell’ultima sessione:

Pilota      Tempo
1.  Hulkenberg    1:14.470
2.  Vettel      1:15.519
3.  Webber    1:15.637
4.  Hamilton    1:15.747
5.  Alonso    1:15.989
6.  Barrichello 1:16.203
7.  Kubica    1:16.552
8.  Schumacher    1:16.925
9.  Massa    1:17.101
10. Petrov    1:17.656

A domani, con la cronaca della gara!
A rileggerci su queste pagine!

Advertisements

Un pensiero su “GP Brasile 2010, la cronaca essenziale (Qualifiche)

  1. Pingback: GP Brasile 2010, la cronaca essenziale « Passione Motori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...