Proposta… un libro insieme, controcorrente

Perché non ci regaliamo un libro per Natale, scritto da noi? Basta vedere miolibro.it e simili per capire come questo è alla portata di tutti. Ho in mente una collezione di “saggi” scritti ad n-mani ma coordinati volta per volta da un singolo utente.

Ad esempio: si apre qui sul blog un post sulla figura di Massa (magari in senso negativo, qual è il mio sentimento nei suoi confronti) e si scrive un articolo a tema, in cui le opinioni a favore di TB sono riportate ma che esprima una chiara tesi (il contrario, insomma, di molta stampaccia che si vede in giro).

Ovviamente nulla vieta ai sostenitori di TB di scrivere un’altra voce più favorevole a lui. Il modello può essere il dizionario filosofico di Voltaire o lo stupidario di Flaubert, insomma, voliamo alti.

In pedice un’altra proposta: perché non apriamo temi apertamente dissacranti? Siamo in grado di farlo, rispettandoci come persone ma discutendo animatamente con le nostre idee.

Chissà che non ne venga fuori qualcosa di non banale e che magari abbia anche un buon successo di vendita.