GP Brasile 2016, la cronaca essenziale

Poche sorprese in qualifica ad Interlagos: prima fila completa Mercedes, Hamilton-Rosberg, con i rivali a più di sei decimi. Si preannuncia una gara scontata, ma la pioggia è in agguato. Continua a leggere

GP Giappone 2016, la cronaca essenziale

Dopo pochi secondi dallo spegnimento dei semafori, il destino del GP di Suzuka è già segnato: Rosberg parte bene dalla pole e non ha problemi a contenere Verstappen, mentre Hamilton (2° in griglia) viene inghiottito dal gruppo. Continua a leggere

Gp Germania 2016, la cronaca essenziale

Poco prima dell’inizio del weekend una tegola si abbatte sulla Ferrari: James Allison lascia, ed il suo ruolo viene ricoperto da Mattia Binotto (capo reparto motori). Al suo arrivo, Allison era stato additato come l’uomo che poteva portare la Ferrari sulla retta via, ma le due entità non sono riuscite mai ad integrarsi e la morte della moglie di Allison nel mese di marzo, secondo i bene informati, ha accelerato il divorzio. Continua a leggere

Gp Austria 2016, la cronaca essenziale

Problema cordoli al Red Bull Ring: tra venerdì e sabato si registrano ben 4 rotture di sospensioni. I cordoli sono stati modificati da poco in vista del ritorno della MotoGP in Austria. Per le due ruote, ovviamente, i cordoli devono essere sagomati in modo da non ferire i piloti, ma questa modifica si rivela letale per le F.1. Continua a leggere

Gp Canada 2016, la cronaca essenziale

La Ferrari porta un nuovo turbo in Canada e l’aggiornamento sembra funzionare: Vettel non riesce a sopravanzare le Mercedes, ma il suo gap dalla pole è inferiore ai due decimi. Un segnale di speranza, visto che nelle ultime due qualifiche il ritardo si aggirava sul secondo. Continua a leggere

Gp Spagna 2016, la cronaca essenziale

Dopo il GP di Russia, la Red Bull decide di promuovere Max Verstappen, o meglio, decide di far indietreggiare Daniil Kvyat in Toro Rosso, lasciando il sedile del compagno di team di Ricciardo libero per l’olandese.

Le qualifiche lasciano ben poco spazio all’immaginazione: Continua a leggere

Gp Australia 2016, la cronaca essenziale

Tempo di ripassi: con un GP al giorno si arriva a fine gennaio…

Il weekend di Melbourne parte malissimo: il nuovo format delle qualifiche si rivela fallimentare. Invece di garantire suspense, gli intervalli di eliminazione fanno sì che i piloti per lo più attendano ai box la loro sorte. È un disastro mediatico immane: gli ultimi 4 minuti delle qualifiche si svolgono senza vetture in pista e, dal sabato alla domenica, si convoca un meeting d’emergenza tra le “teste pensanti” della F.1: decidono per il ritorno immediato al vecchio sistema. Continua a leggere