Risultato del sondaggio: “Chi sarà il campione del mondo 2008 in MotoGP?”

  IL campionato non è ancora terminato (mancano 3 corse, in Australia, in Malesia e a Valencia), ma dopo la scorsa gara giapponese di Motegi, la matematica ha assegnato il titolo (e sono OTTO giust’appunto nell’anno 2008) al nostro campione Valentino Rossi su Yamaha M1 del team FIAT-Yamaha.

Una lunga e prepotente cavalcata quella del pesarese; iniziata prima del via del mondiale quando – con decisione – ha preteso le gomme Bridgestone per la sua Yamaha, mentre la casa dei 3 diapason era legata alla Michelin (fatto sta che il compagno di Rossi, il neo acquisto Jorge Lorenzo, ha condotto le gare con le gommature fracesi).

E’ stato, invero, un campionato molto incerto fino a metà stagione, Continua a leggere

Rossi e Stoner i due mostri della Laguna Seca

Pura poesia, grazia agonistica, serraglio di adrenalina e furore quanto successo nella corsa sul tracciato americano nella MotoGP, unica classe ammessa al tempio delle corse del vecchio e selvaggio west, dal momento che i piloti della 125 e 250 sono obbligati a fare da spettatori sugli spalti e in tv.
Di quelle che gli attori – tipo Valentino Rossi – dovranno raccontare ai nipotini, un giorno.

Parliamo della gara. E che gara. Di quelle da altri tempi, con sgomitate, staccate al limite, accelerazioni fulminanti, sorpassi e controsorpassi. Unica nota di colore: purtroppo soltanto tra i 2 fuoriclasse Rossi e Stoner. Continua a leggere